Prime esperienze con LG G2

State parlando con una persona che fino a poche ore fa aveva un Galaxy S4 (e lo odiava) e che ha avuto tra le mani S2, S3, Note e Note 2.

La svolta che ha dato LG con il G2 mi ha fatto rivedere tutti i pregiudizi ed abbandonare definitivamente samsung senza mai voltarmi neanche un istante.

Premetto che tutto il post potrà essere riassunto con una sola parola: WOW. O con una singola immagine:


Questa è una delle cose che mi ha stupito. Dura tantissimo, non sono solo leggende metropolitane.

Tutte le cose più belle del telefono le sapete già: ottimo schermo, ottima batteria, fotocamera molto buona e tutto il resto.

Oggi però voglio parlare di quello che i recensori professionisti tralasciano.

Le cuffie

Esatto. Le cuffie. Sono sempre stato molto schizzinoso su questo fatto e non è un segreto che di solito le cuffie incluse con i telefoni siano abbastanza sotto la media sia in termini puramente sonori che di comfort. Ad esempio, quelle di S2 ed S4 devo toglierle dopo poco dal dolore (questo è un mio problema, ovviamente). Ebbene: questo non è il caso delle cuffie del G2. Le ho su mentre ascolto Oro, Incenso & Birra (non giudicate :D) e l’unica cosa che sento sono alti puliti e bassi non esagerati.
è la prima volta che ascolto la musica da un telefono e ne sono soddisfatto lasciando l’equalizzatore su Spento, il che è tutto dire.

La sveglia

Si, ovviamente funziona. Volevo solo dire che dei ragazzini che ti urlano LIFE IIISSS GOOOD alle 7 di mattina quando vorresti dormire almeno altre 3 o 4 ore mi suonano un po’ di presa in giro, ma questo è un problema mio. (si è una battuta, ovviamente :D)

I tasti sul dorso

Ma non dovevi parlare delle cose di cui gli altri non parlano? Si. Ma nessuno dei recensori che ho letto pre-acquisto avevano veramente tentato di adattarsi al sistema adottato da LG.
Ebbene, se voi scrivete col telefono tenendolo a due mani, o telefonate spesso, i tasti messi li sono davvero comodi. Perché? perché le dita vanno lì naturalmente, e le trovate già li quando dovete fare qualcosa.
Un po’ meno se lo usate con una mano, ma niente a cui non ci si può abituare.
Non è vero inoltre che i tasti si possano premere accidentalmente (altra cosa letta in giro) premendolo sulla scrivania, la forma del “tappo” lo impedisce.

I popup di notifica

Poco da dire qui: mi ha stupito scoprire che in caso di chiamata o sms, invece di fastidiosi popup a tutto schermo spuntano delle piccole vignette in alto a sinistra che non danno fastidio e ci consentono di continuare ciò che facevamo senza problemi, o di rispondere al volo.

La luminosità automatica

Non funziona. Vi prego, LG, lasciate l’algoritmo stock di android, senza offesa ma il vostro non va proprio.

Azioni rapide

Inserendo le cuffie o il cavo usb, uscirà per qualche secondo in fondo allo schermo un rettangolino con le applicazioni utili per il cavo inserito, ad esempio musica. E sono completamente personalizzabili.

Sensazione al tatto

Il vetro è scorrevole (alcuni telefoni che ho provato sembrano quasi ostacolare il movimento del dito). La plastica usata è di qualità (tenetelo in mano e ve ne rendere conto) e non scricchiola. Lo spessore leggermente maggiore rispetto ad S4 non mi ha creato nessun dispiacere. Diciamo che i telefoni sottili hanno il loro fascino, ma per questa enorme batteria ne vale davvero la pena.

Reattività

In generale il telefono è molto reattivo. Ha avuto qualche difficoltà appena acceso, in cui si sono presentati alcuni lag qua e la abbastanza onnipresenti, ma dopo qualche ora si è stabilizzato tutto (è nella natura di android, niente di grave). Ora i lag sono spariti quasi del tutto. Ancora ce ne sono in giro (ammetto che ne ha più di s4), ma sono convinto che LG farà il suo dovere a gennaio con 4.4.

App incluse

Le app di lg non sono così tante come quelle di samsung, e questo non è necessariamente un male. Alcune sono addirittura disinstallabili, cosa che mi ha stupito positivamente.

Ricezione del segnale

Siamo nella media, più o meno come S4. Non posso giudicare l’LTE perché non sono coperto. (dai su tim, muoviti!)

Il sensore/trasmettitore IR

Si, avete capito bene: a differenza di One e S4, quello di G2 può imparare!
Basta puntare il telecomando contro il telefono e lui “copierà” il codice.
Questa è una cosa che mi ha fatto davvero tanto piacere scoprire, perché non sempre si trova la propria TV nel database dell’app. L’applicazione è inoltre fatta meglio di quella di S4, più ordinata e pulita.
C’è la possibilità di aggiungere più di un apparato per stanza (che limitazione idiota quella di samsung…), e di comandare TUTTO ciò che usa un telecomando IR. tv, stereo, condizionatori…
Dopo provo ad aprirci la macchina, sono curioso… 😉

Il tasto power

Il tasto power si illumina se vi chiamano, se il telefono si accende e così via. Basta dire che l’s4 fa lampeggiare il flash se il telefono è in modalità silenziosa quando vi chiamano, e questo non si può disattivare tranne che con il modding. Bah.

Gli screenshot

Power+Vol down. Scomodo, purtroppo.

Altoparlante

Nella media, ma decisamente posizionato meglio rispetto a quelli che si ostinano a metterli dietro…
Chi usa il telefono al contrario? Eddai!

Fotocamera

Non ho avuto modo di provarla molto, ma le foto vengono abbastanza bene.
Un enorme grazie per aver inserito la messa a fuoco manuale. Una manna dal cielo!

Riassumendo

Il G2 è il primo telefono per il quale non sento il bisogno ne di root (tranne per il sixaxis… strizzo l’occhio a sony per aver incluso i driver in Z e Z1) ne di CyanogenMod. Sono convinto che passando alle AOSP ci perderei molto più di quanto andrei a guadagnarci. Tutto l’insieme funziona molto bene, non ci sono bug maggiori, ne rallentamenti. E le chicche che lg ha inserito con tanta fatica valgono davvero la pena.

E brava LG.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.