Uncharted ha spodestato Mass Effect

Ho sempre guardato a Mass Effect come il gioco. Ispirato, bello da vedere e con una storia longeva. L’unico titolo che è riuscito a farmi apprezzare gli RPG che fino alla sua scoperta ritenevo piuttosto noiosi. L’unico titolo che era davvero riuscito a commuovermi con alcune sequenze di un toccante veramente fuori dagli schemi.

Ecco cosa è ME. Unico, inimitabile, bello. Ha solo un’unica cosa che manca all’appello: quella sottile linea d’ironia che rende memorabile una scena, magari con una battuta ad effetto ben pensata. In ME manca un protagonista cazzone al punto giusto. E si sente.

Ovviamente il background di Shepard non permette il discostarsi troppo dalla sua linea caratteriale senza scadere nel ridicolo alla Saints Row, cosa che ovviamente non appartiene alla tipologia di gioco.

Drake è invece il suo opposto: irresponsabile e scapestrato può permettersi uscite decisamente più imbecilli senza sembrare fuori posto, che se fatte nel modo giusto strappano un sorriso una volta si e l’altra pure rendendo tutta l’esperienza più coinvolgente e divertente.

Unite questo a una trama avvincente e a un tempo di gioco più che sufficiente (ho finito la quadrilogia in circa 42 ore) e avrete uno dei giochi meglio pensati, scritti e realizzati di un’era.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.